storia del gelato

Storia del gelato

L’origine italiana del gelato viene ormai riconosciuta in tutto il mondo.

Sebbene le primissime ricette che probabilmente nulla avevano a che fare con il gelato che conosciamo oggi, sembrano provenire dagli Arabi che introdussero la canna da zucchero, ingrediente fondamentale per le miscele dell’epoca, in Sicilia sin dal IX secolo. Sarà poi un appassionato di cucina, tale Ruggeri di Firenze a inventare un preparato a base di panna, zabaione e frutta che tanta fama e fortuna gli procurò però fuori dall’Italia, in quel di Parigi.

La storia del gelato e la sua nascita come impresa viene attribuita a un cuoco siciliano, nel 1686 ma bisogna aspettare il 1884 perché il gelato cominci a diffondersi presso il grande pubblico. Le prime gelateria italiane nascono in quegli anni in Piemonte e nel Veneto.


alimento

Alimento Gelato

Il gelato non è più considerato un peccato di gola ma è ormai entrato a pieno titolo in qualsiasi dieta alimentare.

Esso è infatti un alimento equilibrato in quanto portatore di proteine, grassi e carboidrati nella giusta quantità nonché altamente energetico, soprattutto se si scelgono gusti alla frutta, per cui indicato anche per chi segue uno stile di vita sportivo e dinamico. Ricco di calcio ma anche di fosforo e sali minerali, dà un ottimo apporto di vitamine se alla frutta.

Il gelato non va più considerato come un premio donato ai bambini più meritevoli o una gratificazione di fine giornata ma reclama il suo contributo quotidiano ad una alimentazione sana e corretta senza alterare equilibri quantitativi e qualitativi. Un alimento completo, quindi, che può sostituire anche un vero e proprio pranzo, o essere,  un valido spuntino fuori orario.


suggerimenti

Suggerimenti

Potete gustare il nostro gelato anche a casa. Le vaschette da asporto sono termiche e conservano il gelato per circa un’ora.

 Non mettete più di 4 gusti nella vaschetta, così manterrete il sapore di ogni singolo gusto.

Si conserva perfettamente nel vostro freezer (a -18° circa) e va estratto 15 minuti prima di servirlo per gustarne appieno la morbidezza.

Il semifreddo, conservato anch’esso alla temperatura di -18°, estraetelo 20-30 minuti prima di servirlo.

Non rimettete nel freezer i prodotti una volta sciolti perché potrebbero perdere le loro principali caratteristiche nutrizionali e di genuinità.

I bambini sono in genere golosissimi di gelato. Facile da digerire, per una coppetta di fior di latte basta un’ora e per i gelati alla frutta anche meno, il gelato per i bambini è una merenda molto più sana di brioches, focacce o patatine. Scegliere un gusto semplice come fior di latte o frutta, una quantità moderata e i bambini sono pronti a ripartire per giocare, studiare e divertirsi.