La psicologia del gelato..Il modo con cui si mangia il gelato, come tutti i comportamenti umani,
può darci un indicazione della psicologia del consumatore.

La psicologia del gelato…chi sceglie un gelato artigianale in genere è più vicino alla dimensione gratificatoria ed istintuale.
Il cono è una figura geometrica che unisce il simbolismo del cerchio unito a quello del triangolo, di cui è ancora incerto il preciso significato: sembra in ogni caso che gli appassionati di questo modo di gustare il gelato abbiano una sorta di risonanza con lo spirito sublimato di Venere.

 Il quadro simbolico della coppa propone invece una sorta di vaso dell’abbondanza e di contenitore della bevanda dell’immortalità.
Chi mangia il gelato comunque è una persona a cui piace vivere, ottimista, che vede sempre il lato buono delle cose, che vuole affrontare e vivere appieno le esperienze.
Divertente anche la psicologia retrostante alla scelta dei gusti.
Vi piace la panna? Siete persone goderecce, avide di esperienze e avete paura che le situazioni buone finiscano troppo presto..

PSICOLOGIA DEL GELATO